Il tasto desto del mouse è disabilitato su questo sito. Tutte le foto sono coperte da copyright, tutti i diritti sono riservati.

Sposarsi fuori stagione

wedding matrimonio sposi caraglio 2018

Decidere di sposarsi al di fuori dei mesi canonici compresi tra maggio e settembre potrebbe sembrare un azzardo, ma non è necessariamente così.  
Se non si temono le temperature rigide, ci sono diversi vantaggi nel prendere in considerazione date insolite. Vediamo insieme un po’ di pro e contro (con qualche nota dal punto di vista del fotografo) di un matrimonio “fuori stagione”.
Cominciamo dai pro:

1. la disponibilità dei locali

Sicuramente fuori stagione avrete molti meno problemi a trovare posto nei ristoranti, in chiesa o nelle varie location. Questo vi darà la possibilità di poter scegliere il luogo che volete anche all’ultimo senza l’ansia di dover prenotare mesi prima per riuscire ad accaparrarsi il posto. 

2. i prezzi

Essendoci meno prenotazioni, anche i prezzi sono più contenuti. Sia quelli dei ristoranti, sia quelli del fotografo (anch’io faccio uno sconto del 10% sul servizio fotografico per matrimoni da novembre a marzo). Insomma, c’è qualcosetta da risparmiare

3. i colori invernali

Un matrimonio fuori stagione sarà sicuramente particolare per via dei colori della natura. Ogni stagione ha i suoi colori particolari. Ad esempio gli alberi invernali spogli come nella foto di questo articolo oppure la neve sono ottimi spunti per ottenere delle foto belle e insolite.

Ma veniamo ora alle note dolenti e andiamo con i contro:

1. Chiusura invernale locali

D’inverno molti locali che hanno grandi dehors o grossi spazi all’aperto, nella stagione invernale sono chiusi o comunque non praticabili nella parte esterna. Pensate ad esempio a spazi open di discoteche in spiaggia o i classici ristoranti all’aperto con vista sulla collina o sul laghetto. In compenso però avremo a disposizione ristoranti aperti solo nella stagione invernale. Ad esempio a quelli in località sciistiche. Oppure spazi che d’estate non ci sono: immaginate gli sposi che ballano su una pista di pattinaggio..ecco, non male vero?

2. Il meteo

Certo, in inverno è più probabile trovare un giorno di maltempo. Però al maltempo invernale ci si è preparati, quindi sorprende di meno rispetto a un temporalone in piena estate in cui tutti sono vestiti leggeri e che vi rovina il pranzo all’aperto. Il maltempo non è un problema dal punto di vista del fotografo; io ad esempio lo vedo come uno stimolo per fare foto carine. Pensate alla bellezza di una foto invernale quando inizia a nevicare! Ma anche con la pioggia in realtà escono cose simpatiche, ad esempio usando flash e ombrelli trasparenti.

3. La temperatura

Se siete persone freddolose o se avete sempre sognato di indossare un vestito da sposa semitrasparente fatto di pizzi, allora evitate il matrimonio invernale. Ma se odiate il caldo, il sudore che vi cola addosso nelle giornate afose (che con un vestito da matrimonio si sente ancora di più) e d’estate siete i tipi che si barricano in casa con l’aria condizionata impostata su: Antartide, allora sposarvi in una stagione più fresca per voi potrebbe essere l’ideale

4. La durata delle giornate

In inverno le giornate durano meno, la luce decade in fretta specie a dicembre e alle cinque è già sparito il sole. A volte anche prima se ci si trova in un paesino piantato in mezzo a una valle. Beh, in questi casi conviene sfruttare le ore di luce, specie per la cerimonia, evitando quindi di sposarsi al pomeriggio. Ma con un classico matrimonio alle 11 si riesce a fare cerimonia e foto in tranquillità

Insomma, queste sono un po’ le valutazioni da fare. Si, ho messo più contro che pro..d’altra parte sennò tutti si sposerebbero d’inverno ;). Ma questo dipende un po’ da voi, da come siete fatti. Io ho sempre sognato di fare da fotografo a un matrimonio sulle piste da sci, ma fin ora non ne ho ancora avuto l’occasione..pensateci!

Intanto vi lascio con alcune foto del matrimonio “fuori stagione” che ho fatto questo mese. Location: Monterosso Grana. Si sono sposati il pomeriggio, quindi abbiamo dovuto essere rapidissimi ma ce l’abbiamo fatta! Eccole qui!

Comments are closed.